Non dobbiamo certo spiegare o quantificare a chi opera nell’autotrasporto, di merci o di persone, l’incidenza negativa del traffico in termini di costo del carburante, ritardo delle consegne o dei servizi, oltre alla conseguenza dello stress che produce.

Quando è nella condizione di poter modificare l’itinerario, come le strade da percorrere o il momento della partenza, non c’è autotrasportatore che non abbia idee e strumenti per difendersi dal traffico: dall’app in cui crede di più, alla sua conoscenza pregressa sui flussi di traffico, oppure l’ascolto della radio preferita.

Noi abbiamo la certezza di poter offrire qualcosa di nuovo.


Siamo alternativi ai brevi notiziari trasmessi dalle radio, necessariamente sintetici e generalisti, che parlano solo degli eventi più gravi. La nostra chiave è la personalizzazione dell’informazione sul traffico.

A questo scopo elaboriamo i dati di velocità sulle strade, che ci vengono resi disponibili da TomTom per tutte le più importanti nazioni occidentali. Siamo in grado di monitorare il traffico sull’itinerario del trasportatore e abbiamo deciso di dare le notizie con messaggi vocali, per evitare che l’autotrasportatore sia costretto a leggerle sullo smartphone durante la guida.

Alla novità di un’informazione personalizzata, abbiamo infine aggiunto previsioni a breve termine sull’evoluzione del traffico lungo l’itinerario.

Traffic Over Voice: un assistente personale al tuo fianco.


Verso chi quotidianamente fa consegna di merci in un’area metropolitana, Traffic Over Voice si propone come assistente personale per il traffico e le consegne. A inizio giornata, nel rispetto di vincoli predefiniti, il servizio suggerisce l’itinerario ottimale per una sequenza di consegne più veloce, che tiene conto del traffico allo stato attuale e quello previsto nel breve periodo. A ogni consegna, in base all’orario e alle variazioni di traffico, l’assistente aggiornerà il piano.

Per chi opera, infine, nei servizi di trasporto individuale di persone, come i tassisti o gli autisti NCC, poter offrire ai passeggeri la possibilità di scegliere in modo trasparente l’itinerario con minor traffico può essere una forma gradevole di iniziare il viaggio, oltre al vantaggio che una corsa più breve aumenta il tempo a disposizione per effettuare altre corse, aumentando gli introiti quotidiani.